Pengingin, il gioco del pinguino

Pengingin è il gioco elettronico realizzato da Takatoku Toys nel 1982. In Antartide, vive una felice famiglia di pinguini. I cuccioli trascorrono il tempo tuffandosi in acqua dalla parte più alta di un iceberg. Un giorno, però, accade un fatto spaventoso. Il cattivo Mafia Bull rapisce i buffi uccelli palmipedi e li rinchiude in una caverna. Mamma pinguino, in ansia per la sorte dei suoi cinque cuccioli, corre in loro aiuto. Raggiunta la grotta, la protagonista entra nella cella per liberare il piccolo pinguino. Lo fa salire sulle spalle e senza esitare si dirige verso l’uscita della caverna. L’avversario cerca di bloccare la fuga sparando con il fucile un potente raggio. Due i livelli di difficoltà: game 1 facile e game 2 difficile. La meccanica di gioco è identica, ma aumenta la velocità di movimento dell’antagonista. Inoltre, le porte delle prigioni si aprono e si chiudono con maggiore frequenza.

SCHEDA
Azienda: Takatoku Toys
Nome: Pengingin, il gioco del pinguino
Modello: 601100
Genere: Azione
Anno: 1982
Schermo: LCD
Orologio/Sveglia: No
Categoria: Gioco Tascabile/Pocket Game
Alimentazione: Batteria Bottone 2xLr44
Dimensione/ Peso: 11 x 7 x 1,4 cm- 62g.

Punteggio

Ogni pinguino liberato vale 10 punti.  Se mamma pinguino porta in spalla il cucciolo e colpisce con un pugno Mafia Bull, si conquistano dai 50 ai 100 punti. Raggiunta la soglia di 2.000, 4.000, 6.000 e 8.000 punti è accreditato un bonus di 20 punti. Il record massimo è di 99.990 punti.

Pengingin è un passatempo divertente. Il telaio, realizzato in plastica, è decorato nella parte frontale con una mascherina di metallo. Il sistema audio accompagna le singole azioni con semplici effetti sonori. Peccato per la mancanza della funzione orologio e sveglia.

© Riproduzione riservata